Che i Social Media rappresentino un’opportunità è un dato di fatto...saperla cogliere è un altro paio di maniche.

Nello slide show qui sotto potete rendervi conto di utilizzare i social network su vari livelli: dalla ricerca di un nuovo lavoro, alle opportunità per chi desidera proporre un progetto, fino alla promozione di un’organizzazione in ottica di fund raising.

I vostri profili social sono potenti strumenti di comunicazione, impariamo a sfruttarli!

trovare lavoro con i social mediaJobvite è una start-up americana che ha sviluppato una piattaforma di recruitment di notevole successo tra le aziende degli Stati Uniti. Recentemente ha pubblicato i risultati del quarto sondaggio sul social recruiting, ovvero l’utilizzo dei social network nei processi
di selezione da parte delle aziende. I risultati dell’indagine sono davvero eloquenti...
 

I responsabili del personale hanno una grande responsabilità che inizia dal compito di leggere ogni CV e ogni lettera di presentazione soppesando con attenzione ogni candidatura per non sbagliare. Devono intuire il più possibile dei candidati dalla lettura delle loro esperienze e assicurarsi che possano soddisfare le esigenze dell’azienda e della posizione da ricoprire. E capirlo spesso non è facile.

Nuovi progetti di vita e lavoro"Il lavoro di questi tempi non è facile, lo sappiamo tutti. E' già difficile trovarlo in genere, figurarsi poi proprio quello che abbiamo sempre sognato, che nel nostro cuore vorremmo più di qualsisi altra cosa. Eppure è possibile arrivare al successo e non sono poche le persone che ce l'hanno fatta. 

L’Europass curriculum vitae (CV) è proprio ciò che ti occorre per iniziare la ricerca di un lavoro in ambito europeo. Grazie a questo CV puoi segnalare le tue competenze e abilità utilizzando uno stile e un formato standardizzati. Il CV, inoltre, può essere usato in modo completamente gratuito e viene riconosciuto in 32 paesi europei.

soialidarity cambiare lavoroSocialidarity è un progetto nato dall'idea di un gruppo di professionisti per avvicinare i giovani e meno giovani al lavoro non profit e aiutare a riconvertire consolidate professionalità al terzo settore.

siamo qui per aiutartiIl lavoro di questi tempi non è facile, lo sappiamo tutti. E' già difficile trovarlo in genere, figurarsi poi proprio quello che abbiamo sempre sognato e che nel nostro cuore vorremmo più di qualsiasi altra cosa.

L’intervista di Riccardo Friede su lavoro e fundraising rilasciata da Chiara Arroi qualche tempo fa per FundraisingKmZero ha riscosso un bell’interesse . Quindi, penso che ti farà proprio piacere leggere di un’altra esperienza di successo in questo ambito del non profit!
L’intervistato questa volta é un caro amico (altro compagno del Master in Fundraising di Forlì!) che può vantare una interessantissima carriera lavorativa sia nel profit, sia come fundraiser all’interno di un’organizzazione non profit e infine come consulente per la raccolta fondi!

68/99. Calcolami. Ho i numeri per lavorare è la campagna per l'inserimento lavorativo dei disabili. Oggi trovare o mantenere il posto di lavoro è difficile per tutti, ma per un diversamente abile può esserlo ancora di più. Qualsiasi tipo di deficit psico-fisico congenito o contratto, può compromettere sia la ricerca attiva del lavoro sia la sua riconferma. E talvolta il confine tra l'essere considerato una risorsa umana o un peso sociale diventa sottile.