Come sopravvivere economicamente lavorando nel sociale

pier luig rizziniCome si sopravvive economicamente lavorando nella solidarietà sociale, in difesa del pianeta, in campo umanitario, nel volontariato?

E' la domanda di molti: giovani e neolaureati in cerca di primo lavoro o navigati professionisti che hanno esperienze e competenze maturate in altre attività .

Si tratta di una domanda che posta in questi termini può non avere risposta ed a pensarci bene non ha nenche tanto senso.

In base alla mia esperienza, tenderei comunque a rispondere in modo affermativo, specialmente quando vedo determinazione nel percorrere la strada scelta, dando la priorità a valori primari e aggiustando tutto il resto di conseguenza.


Ciascuno però ha la propria scala di valori, che deve incrociare e far convivere con la gestione pratica della vita quotidiana. Ed è proprio su questo punto che si gioca la partita, trovando un personale equilibrio che permetta di raggiungere gli obiettivi, destreggiandosi contemporaneamente fra i passaggi obbligati della vita.

Certo, quando si intraprende un percorso di questo genere, è necessario guardarsi dentro e capirsi ma è anche fondamentale scambiare e condividere con altri "compagni di ricerca" esperienze, consigli, informazioni, contatti e tutto cio che può servire a percorrere la strada migliore, mettendo a punto un modo di vivere tagliato su misura per i propri sogni e progetti.

Allora si che possiamo porcela la domanda.

Quando possiamo analizzare e confrontare dati fondamentali, quando possiamo consigliarci con altri, e trovare insieme le possibili risposte, in quel momento, la domanda ha un suo senso.

Chiediamo ad ognuno di scriverci la sua storia, di chiedere consigli, di cercare soluzioni e sopratutto di farlo insieme agli altri componenti della community, persone che hanno lo stesso progetto e che vivono situazioni simili. Il sito di socialidarity offre la possibilità di utilizzare alcuni fra i migliori strumenti di network sociale, utilissimi per chi vuole informarsi e confrontarsi.

Privacy e Cookie