Gli italiani sono un popolo di volontari, ricerche e indagini confermano la consistente partecipazione sociale e volontaria al lavoro delle onlus e organizzazioni non profit. Sono moltissimi infatti coloro che ci scrivono perchè desiderano inserirsi in questo settore o anche solamente fare un'esperienza significativa e limitata nel tempo, che può comunque aprire nuovi orizzonti e nuove visioni della vita .

 

Il primo, fondamentale punto da prendere in considerazione è che il volontariato è negli ultimi anni cambiato molto, trasformandosi da una attività di pura solidarietà informale ad un modo di prestare la propria opera in maniera competente e professionale, seppure a titolo volontario. Le normative europee, il crescente ruolo delle organizzazioni non profit come imprese sociali e una nuova coscienza delle persone, hanno progressivamente ridotto di molto la possibilità di fare volontariato in modo generico e spontaneistico, si sviluppa sempre più invece la figura di un volontario competente e professionale, che dedica una fetta del suo tempo e impiega competenze professionali  a svolgere attività non retribuite.

Ecco perciò alcuni punti essenziali da tenere presenti quando se vuoi fare il volontario

  1. Idee chiare sul proprio apporto personale
    tieni distinti e separati due ambiti che possono facilmente essere confusi:
    a) l' attività di volontariato che per funzionare bene va svolta eseguendo qualcosa che si sa fare bene
    b) la ricerca di un'etica personale o un nuovo tipo di vita è invece un fatto privato da risolvere separatamente e prima di avviarsi al volontariato, che invece necessita di stabilità personale e impegno costante

  2. Settori di competenza.
    Prima di cercare un'attività di volontariato è bene fare una lista scritta delle cose che sai fare bene e considerare quanto possono essere utili e dove. Vuoi fare volontariato vicino a dove vivi, oppure vuoi prestare la tua opera in altri paesi ? In questo caso è necessario avere risparmi sufficienti per coprire le spese di viaggio e di permamnza

  3. Lingue parlate
    Sia che tu voglia fare volontariato in italia che all'estero oggi la globalizzazione ci mette molro spesso e confronto con persone che parlano altre lingue, tu che lingue parli ed eventualmente sei disponibile a fare un corso di apprendimento di una lingua straniera?

  4. Scegli il settore.
    Il campo del volontariato è vastissimo e dove rivolgersi è solo una questione di scelte e competenze personali. Sia che tu voglia lavorare in campo eco-ambientale, sociale, sanitario, umanitario o altro, l'importante è che tu calibri bene le tue scelte orientandoti verso qualcosa che sai già fare o anche verso quello che vorresti fare e per cui hai talento, dal momento che talvolta sono le onlus stesse a a proporre dei corsi di formazione. Talvolta vengono richiesti dei soldi a fronte di esperienze di volontariato, in questi casi è necessario approfondire tutti i dettagli del caso per scegleire solo chi formula proposte serie e trasparenti

  5. Concludendo
    Prestare la propria opera in volontariamente è un modo di donare qualcosa e contemporaneamente ricevere moltissimo in cambio. E' necessario però essere indipendenti e autonomi, personalmente ed economicamente. Per chi  vuole condividere i propri dubbi e momenti di difficoltà nella vita e per chi ha desiderio di sperimentare nuove strade di vita, ci sono altri modi di cui parlare in altra sede.